Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Settori

Accumulatore Fotovoltaico: quanto costa e quanto è possibile risparmiare

foto news

14 marzo 2016 Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Un impianto fotovoltaico, grazie allo scambio sul posto, può tagliare il 30% della spesa energetica. Un sistema integrato composto da accumulatore + fotovoltaico invece, è in grado di azzerare totalmente la spesa elettrica.

Con lo scambio sul posto, tutta l'energia elettrica prodotta dal proprio impianto e non immediatamente autoconsumata viene immessa in rete, conteggiata e valorizzata. 

Con un sistema composto da Fotovoltaico + accumulo la situazione cambia: tutta l'energia prodotta dall'impianto che non viene autoconsumata viene stoccata. 

Quanto costa un Accumulatore Fotovoltaico?

Esistono diverse tipologie di accumulatore o batterie:

  • Piombo gel - per questi accumulatori si considera solo il 50% di disponibiltà. Per esempio, se il mio impianto fotovoltaico ha una potenza pari a 4,5 kW, devo scegliere un sistema di accumulo di almeno 9 kWp. Queste batterie hanno una durata di 7 anni circa.
  • Ioni di Litio - per questi accumulatori si considera l'80% di utilizzo. Per un impianto da 4,5 kW di potenza, devo scegliere un accumulatore di almeno 5,7 kW. Queste batterie hanno una durata di 12 anni circa. 

Un Kit composto da Fotovoltaico (di potenza pari a 3kW) con accumulatore (al litio), non supera i 13.000 euro. 

La detrazione fiscale del 50% sull'installazione del fotovoltaico e l'accumulo consente di rientrare dall'investimento in soli 6-7 anni.

Quanto si risparmia con un Accumulatore Fotovoltaico?

A questa domanda non è semplice rispondere: il risparmio dipende dalle abitudini di consumo. Per ottenere il massimo risparmio dagli accumulatori è necessario:

  • Analizzare le abitudini e le esigenze di consumo
  • Capire come utilizzare al meglio l'energia in eccesso (produzione di acqua calda, riscaldamento ecc.)
  • Gestire i picchi di consumo
  • Valutare l'installazione della domotica per automatizzare l'autoconsumo
  • Valutare l'immissione in rete qualora l'accumulatore sia carico

I parametri per una corretta valutazione sono tanti, per questo motivo scoraggiamo le soluzioni "fai da te". Per ottenere un risparmio concreto è importante affidarsi a specialisti che sappiano trovare la soluzione ottimale a qualsiasi caso.


Può interessarti anche