Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Settori

Bonus ristrutturazioni 2017: agevolazioni, requisiti e interventi previsti

foto news

17 febbraio 2017 Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Se stai pensando di effettuare lavori di ristrutturazione edilizia questo è il momento giusto: la nuova Legge di Bilancio ha confermato il bonus ristrutturazioni anche per l’anno 2017.

Abbiamo già presentato le detrazioni fiscali per il 2017 approvate con la nuova Legge di Bilancio. Tra di esse vi è il cosiddetto Bonus Ristrutturazioni. Vediamo insieme cosa prevede.

Bonus ristrutturazioni 2017: le agevolazioni

È stata prorogata fino al 31/12/2017 la detrazione IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie e il recupero del patrimonio edilizio.

Il tetto massimo di spesa è di 96.000 euro e la detrazione è ripartita in dieci rate annuali di uguale importo.

Lavori di ristrutturazione previsti e requisiti

Il bonus viene riconosciuto solo per interventi specificati dall’Agenzia delle Entrate:

  • Interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia (solo se riguardano parti comuni di edifici residenziali o singole unità immobiliari residenziali)
  • Interventi per la cablatura degli edifici, per il contenimento dell’inquinamento acustico, per il conseguimento di risparmi energetici (ad esempio l’installazione di un impianto fotovoltaico) e l’adozione di misure di sicurezza statica e antisismica
  • Interventi per la ricostruzione o il ripristino di un immobile danneggiato a seguito di calamità per cui sia stato dichiarato lo stato di emergenza
  • Interventi per la realizzazione di autorimesse e posti auto
  • Interventi di rimozione di barriere architettoniche
  • Tutti gli interventi che favoriscano la mobilità interna ed esterna all’immobile per persone portatrici di handicap gravi (solo le spese per la realizzazione sugli immobili, non l’acquisto degli strumenti)
  • Interventi di rimozione dell’amianto e opere per la sicurezza domestica (sostituzione tubi del gas, installazione di rilevatori di perdite di gas)
  • Interventi anti vadalismo e atti illeciti

Spese secondarie previste dal Bonus Ristrutturazioni

Oltre che le spese per la realizzazione fisica dei lavori possono rientrare nel calcolo anche le spese relative a:

  • progettazione e ulteriori prestazioni professionali connesse
  • messa in regola degli edifici ai sensi del DM 37/2008 - ex legge 46/90 (impianti elettrici) e delle norme Unicig per gli impianti a metano (legge 1083/71)
  • l’acquisto dei materiali
  • per la relazione di conformità dei lavori alla normative vigenti
  • perizie e sopralluoghi
  • l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori
  • oneri di urbanizzazione

Chi può richiedere il bonus

Il Bonus Ristrutturazioni 2017 può essere richiesto da tutti i contribuenti soggetti al pagamento dell’IRPEF, non solo dai proprietari dell’immobile o dagli aventi diritto sullo stesso ma anche dagli inquilini o dai comodatari, titolari di diritti reali di godimento.

 

Non perdere questa occasione! Affidati ad un professionista: su Checkupenergetico.com trovi i migliori della tua zona!

confronta preventivi efficienza energetica


Può interessarti anche