Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Settori

Come funziona l'inverter?

foto news

02 febbraio 2018 Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Cos'è, come funziona a cosa serve un inverter fotovoltaico? Tutte le informazioni per scegliere l'inverter, cuore dell'impianto fotovoltaico.

 

La valutazione della potenza e della qualità di un impianto fotovoltaico deve tenere conto anche delle caratteristiche dell’inverter installato.

Non a caso l’inverter viene anche definito come cuore pulsante dell’impianto fotovoltaico, poiché è questo sistema che trasforma l’energia solare catturata tramite i pannelli fotovoltaici in energia elettrica utilizzabile per l’alimentazione dei dispositivi elettrici.

 

A cosa serve un inverter per fotovoltaico

L’inverter fotovoltaico letteralmente “inverte” l’energia corrente continua dei pannelli fotovoltaici in corrente alternata. La corrente proveniente dai pannelli fotovoltaici è di tipo continuo (DC o Direct Current), tuttavia l’energia di cui necessitano i dispositivi elettrici è caratterizzata da due flussi di energia, la cosiddetta corrente alternata (AC Alternating Current).

A questo, fondamentalmente, serve l’inverter fotovoltaico: a convertire la corrente continua DC in corrente alternata AC a 230 volt e con frequenza costante di 50 Hz.

 

Funzioni dell'inverter fotovoltaico

Eppure la trasformazione dell'energia non è l’unica funzione di un inverter. Il dispositivo infatti attua una serie di compiti che ottimizzano e potenziano l’impianto fotovoltaico:

  • È l’inverter che segnala eventuali anomalie del sistema, monitorando il sistema fotovoltaico;
  • Il rendimento dell’inverter definisce la quantità di energia elettrica che viene trasformata da continua ad alternata;
  • Protegge il fotovoltaico da eventuali sovratensioni in rete e blackout
  • Ottimizza la potenza del fotovoltaico, contribuendo al miglior rendimento energetico.

 

Preventivi

 

Classificazione dei dispositivi: Potenza dell’inverter

Il ventaglio delle offerte di inverter presenti sul mercato si diversifica sulla base di alcune caratteristiche degli stessi inverter. Tra i principali fattori vi è la potenza dell’inverter, dimensionato su quello dell’impianto fotovoltaico.

Il calcolo approssimativo per scegliere un inverter - che sarà più preciso se eseguito da un professionista che valuta i reali dati del tuo impianto – viene operato considerando il consumo istantaneo massimo previsto.
In pratica, quanta potenza viene utilizzata da tutti i dispositivi elettrici azionati contemporaneamente.

Per esempio, la potenza di un inverter sarà ovviamente differente se si parla di impianto fotovoltaico residenziale o impianto fotovoltaico industriale o commerciale: per il residenziale va bene un inverter dall’1 ai 5 kW, per quelli commerciali invece si va dai 6kW in su, sempre in riferimento alla potenza di picco dell’impianto fotovoltaico e alla richiesta di energia elettrica.

In sintesi quindi, la potenza e la tipologia di un inverter dovrà tenere conto tanto della dimensione e della potenza dell’impianto fotovoltaico, quanto dei consumi massimi prospettati. Di regola la potenza dell’inverter è equivalente o leggermente sottodimensionata rispetto alla potenza di picco cumulata dei pannelli fotovoltaici.

 

Che tipi di inverter offre il mercato?

Come abbiamo detto esistono sul mercato vari tipi di inverter, differenziati per potenza, qualità, marche e tipologia. Monofase, trifase, a onda quadrata o a onda sinusoidale, stand-alone o grid-connected. Tutti corrispondono ad una specifica condizione di utilizzo e con precise caratteristiche tecniche. Per esempio, per chi vuole essere energicamente autonomo, la scelta dovrà ricadere sugli inverter stand stand-alone o a isola; o ancora negli impianti domestici vengono installati inverter monofase, a differenza di quelli industriali in cui vengono installati i trifase.

(Vuoi sapere quanto costa un impianto fotovoltaico? Fallo con un click!)

 

Quanto dura un inverter?

La durata media di vita di un inverter per fotovoltaico è minore rispetto a quella dei pannelli: a fronte dei 25 anni di garanzia media dei pannelli fotovoltaici (la cui durata comunque è superiore), un inverter dura 12-15 anni in media.

 

Dove installare l’inverter fotovoltaico?

Per preservare il rendimento dell’inverter è buona norma posizionarlo in un luogo ventilato, dove si possano evitare frequenti sbalzi di temperatura. Un locale all’interno del quale la temperatura non superi i 40° e non scenda al di sotto dei 5°. Inoltre non richiede manutenzioni particolari se non una revisione ogni 5-7 anni.

 

 

Di norma la scelta dell'inverter è contestuale all'acquisto del fotovoltaico. Per evitare errori nell'installazione tanto dell'inverter quanto del sistema fotovoltaico ti consigliamo di affidarti ad un professionista.

Checkupenergetico.com ti consiglia i migliori installatori della tua zona!

 


Può interessarti anche