Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Impianti di riscaldamento

Settori

Pompa di calore per il riscaldamento: perché usarla

foto news

19 settembre 2016 Impianti di riscaldamento

Fino a poco tempo fa la pompa di calore e gli altri sistemi di riscaldamento elettrici, non erano presi in grande considerazione. Ora si assiste ad un cambiamento di tendenza.

Grazie anche alla tariffa D1, introdotta il 1 luglio 2014 dall’Autorità per l’energia elettrica, l’utilizzo di sistemi di riscaldamento che necessitano di energia elettrica per il loro funzionamento ha cominciato ad essere una soluzione interessante. La pompa di calore è diventata così una valida alternativa alla caldaia a gas. La nuova tariffa prevede che il prezzo per kWh consumato sia costante, indipendentemente dai consumi annui totali: è stata introdotta proprio in un’ottica di utilizzo razionale delle risorse energetiche, di promozione dello sviluppo e della diffusione di fonti rinnovabili nonché di interventi mirati all’aumento dell’efficienza energetica.

Perché utilizzare una pompa di calore per il riscaldamento

Il funzionamento di una pompa di calore è molto semplice e segue in un certo senso il procedimento inverso a quello del frigorifero: estrae calore dall’esterno – dall’aria, dall’acqua o dal terreno – ne innalza ulteriormente la temperatura e lo immette all’interno. Nel caso di un sistema di riscaldamento, il calore generato viene utilizzato per surriscaldare l’acqua che alimenta l’impianto. Per attuare questo processo si serve in minima parte di energia elettrica, o meglio riesce a generare più energia rispetto all’elettricità impiegata nel processo.

Le moderne pompe di calore riescono a produrre acqua calda fino a 65°C. Possono quindi andare a sostituire una caldaia tradizionale a tutti gli effetti in un impianto a radiatori già esistente. Tuttavia è con i sistemi radianti di riscaldamento che la pompa di calore dà il meglio di sé.

Il riscaldamento a pavimento, in particolare, è tra i più utilizzati attualmente. Questo sistema è costituito da tubazioni poste sotto il pavimento in cui scorre l’acqua riscaldata dalla pompa di calore.

I principali vantaggi derivanti dall’utilizzo di una pompa di calore per il riscaldamento della propria casa o della propria azienda sono di tre tipologie:

  • Aumenta il benessere dell’ambiente in cui viene installato
  • Permette un risparmio notevole
  • Contribuisce a diminuire l’inquinamento atmosferico

Aumenta il benessere dell’ambiente in cui viene installato

Il processo di riscaldamento degli ambienti con sistema radiante, come quello a pavimento, funziona fondamentalmente per irraggiamento del calore. Ciò garantisce un elevato comfort poiché questo sistema non genera umidità, riscalda grandi superfici in maniera uniforme, non comporta la movimentazione dell’aria e della polvere e quindi è ottimo per chi soffre di allergia.

Permette di ottenere un risparmio notevole

Come già accennato, la pompa di calore genera più energia di quanta ne consumi per il suo funzionamento: senza entrare troppo nello specifico ci si può fare un'idea del risparmio potenziale considerando che serve solo 1 kWh di energia elettrica per generare più di 4 kWh di energia per il riscaldamento, con un coefficiente di prestazione COP >4 che rappresenta un elevato rapporto di efficienza energetica (1 a 4).

Nel riscaldamento a pavimento in particolare, sebbene il sistema abbia bisogno di restare acceso in modo continuato, la temperatura necessaria per il riscaldamento dell’acqua che scorre nelle tubazioni si aggira intorno ai 35°C, molto più bassa rispetto a quella necessaria per l’utilizzo dei radiatori, che è di circa 70°C, garantendo un risparmio tra il 10 e il 25% sulla bolletta.

Inoltre grazie alle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus, i costi di acquisto e di installazione della pompa di calore diminuiscono notevolmente. A questo va aggiunto che l’installazione di una pompa di calore contribuisce al miglioramento della classe energetica di un immobile, con tutti i vantaggi che ciò comporta.

Contribuisce a diminuire l’inquinamento atmosferico

Non solo la pompa di calore è uno dei sistemi di climatizzzione più efficienti, dal momento che restituisce più energia di quella che consuma, ma è anche tra i sistemi di climatizzazione più ecologici in circolazione, ancor di più se utilizzata in tandem con un impianto fotovoltaico: per ridurre ulteriormente il consumo di energia elettrica necessaria e l'impatto ambientale è possibile associare un impianto fotovoltaico alla pompa di calore. In tal modo è possibile riscaldare gli ambienti quasi a costo zero e in modo totalmente green, ammortizzando gli investimenti in tempi ridotti grazie alla possibilità di sfruttare le detrazioni fiscali già accennate per entrambi gli impianti e l’autoproduzione di energia elettrica. Tutto questo senza il bisogno di usare combustibili fossili quindi senza emissioni nocive per l’ambiente.

 

A tutti questi vantaggi si aggiunge il fatto che una pompa di calore può essere utilizzata per molteplici scopi: con lo stesso dispositivo è possibile riscaldare gli ambienti d’inverno, rinfrescarli durante l’estate e produrre acqua calda sanitaria. Ciò influisce ovviamente anche sui costi di manutenzione, trattandosi di un unico dispositivo.

Se si vuole diventare indipendenti dal consumo di gasolio o di gas, se si necessita di un sistema adatto sia a riscaldare che a raffrescare l’ambiente e si vuole usufruire di detrazioni fiscali e contributi statali per l’installazione dell’impianto, una pompa di calore potrebbe essere la soluzione ideale.

Ad ogni modo è bene analizzare la specifica situazione con l’aiuto di uno specialista per valutare la convenienza di un impianto di questo genere: in alcuni casi infatti la stessa richiesta della Tariffa D1 potrebbe essere sconsigliata se i consumi di energia elettrica non sono sufficienti.

confronta preventivi pompe di calore


Può interessarti anche