Checkupenergetico.comCheckupenergetico.com

Confronta
i migliori
preventivi

Articoli Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Settori

Quanto costa un impianto fotovoltaico?

foto news

29 novembre 2017 Fotovoltaico / Energie rinnovabili

Vuoi sapere che prezzo ha un impianto fotovoltaico residenziale? E quanto si risparmia con il fotovoltaico in bolletta? Ecco tutti i dati

 

Anche nel 2018 il fotovoltaico si prospetta come soluzione conveniente per diversi motivi. Uno di questi è il prezzo, sensibilmente minore rispetto agli anni passati e che tenderà a diminuire ancora nei prossimi.

Innanzi tutto c’è da dire che il mercato dell’energia alternativa è ancora giovane, sia da parte della domanda che dell’offerta, non vi è ancora un sicuro paniere dei prezzi, inoltre i costi sono ancora influenzati dalle politiche di incentivazione offerte dai singoli Stati.
A prescindere da questi fattori che potremmo definire macro, i prezzi degli impianti sono calati di molto negli ultimi 7-8 anni: si è infatti passati dai 7-8 mila €/kW ai 2.000 €/kW (i prezzi diminuiscono ancora negli impianti più grandi).
In pratica installare oggi un impianto fotovoltaico conviene 3-4 volte di più rispetto a meno di 10 anni fa!

 

Quanto costa un impianto fotovoltaico per kW?

Per avvalorare le nostre parole vi proponiamo un esempio pratico di qual è il prezzo di un impianto fotovoltaico, tenendo conto dei consumi medi e della media per kWh comprata dalla rete elettrica tradizionale.

Per un impianto di 3 kW oggi si spende intorno ai 6000 € (2.000 €/kW) a cui si deve aggiungere l’IVA al 10%. Costo che comunque verrà dimezzato del 50% grazie alle detrazioni e che verrà recuperato in pochi anni, riuscendo successivamente a “guadagnare” al netto delle spese, grazie allo scambio sul posto.

Tali costi devono necessariamente tener conto di alcuni parametri fondamentali, che influenzano le spese soprattutto in ottica di rientro dell’investimento: ubicazione dell'impianto fotovoltaico, inclinazione dei pannelli, presenza di batterie di accumulo e pompe di calore, consumi e comportamenti dei beneficiari, costo delle bollette.

In pratica: una famiglia con consumi medio alti – 4000 kW – installa il fotovoltaico, usufruendo delle detrazioni fiscali del 50% per l’installazione di un impianto di 3 kW.
Prima dell’installazione spendeva 0,23 €/kW (una media tra lo 0,19 e lo 0,27 €/kWh, prezzi dei vari gestori di energia), più di un terzo del prezzo per kWh prodotto da fotovoltaico. Cioè autoproducendo si risparmia 3 volte di più rispetto al comprare energia dai gestori esterni.
Inoltre bisogna conteggiare – e qui non lo stiamo facendo – l’aumento del costo dell’energia della rete tradizionale, in base alla diminuzione di risorse fossili nei prossimi anni, o meglio nei prossimi 25 anni, cioè il tempo di garanzia di un impianto fotovoltaico.
Se si conteggia anche questo parametro la convenienza del fotovoltaico appare ancora più palese.

 

Da cosa dipende il tempo di rientro dell'investimento per l'acquisto di un impianto fotovoltaico?

I tempi di rientro, ossia la convenienza di installazione di un impianto fotovoltaico, variano in base a vari fattori, due tra i tanti sono:

  • Collocazione dell’impianto fotovoltaico. È importantissimo collocare l’impianto in modo ottimale per sfruttare la massima potenza nominale dello stesso, quindi quanto più a Sud possibile e quanto più vicini ai 30° di inclinazione per i singoli pannelli fotovoltaici.
    Inoltre la regione di installazione influisce in maniera non indifferente: a Sud si avrà un rientro più veloce, grazie alla maggiore esposizione annuale dei pannelli, rispetto al Centro e al Nord.
    Ad esempio, una famiglia che consumi 4.000 kWh/anno, se vive al Sud può scegliere meno di 3 kW, con tempi di rientro di 5 anni utilizzando il 30-40% di energia autoprodotta, mentre la stessa utenza al Nord dovrà necessariamente optare per 3.5 kW con tempi di rientro di almeno un anno in più rispetto al Sud.
  • Utilizzo dell’impianto fotovoltaico. Il fotovoltaico conviene se l’energia prodotta dall’impianto viene consumata. Consumando l'autoproduzione si compra meno energia dalla rete quindi si azzera la bolletta, quella non prodotta potrà essere venduta alla rete così da poter guadagnare (il prezzo dei kWh immessi in rete è comunque minore rispetto alla convenienza dell'auto-consumo dell’energia prodotta dal fotovoltaico). Per conoscere i tempi e i costi dell'allacciamento alla rete Enel approfondire qui.

 

La convenienza aumenta con le batterie di accumulo

Tutto ciò non tiene conto della presenza di batterie di accumulo. Un sistema di storage infatti permette l’utilizzo di energia prodotta dall’impianto fotovoltaico anche in momenti in cui non è in funzione (durante le ore notturne per esempio) che indicativamente sono gli orari in cui più viene sfruttata l’energia elettrica.
Ne esistono di diverse capacità e prezzi, da valutare sempre insieme a un professionista per comprendere quale sia la migliore soluzione in base alle esigenze e ai consumi.

 

Quanto si risparmia con il fotovoltaico?

Con poco più di 6.000 € in media per l'acquisto di un impianto fotovoltaico chiavi in mano dopo i primi anni, i quali verranno utilizzati per ripagare l'investimento, puoi risparmiare più di 8.000 € (calcolo effettuato confrontando i prezzi dell'energia comprata, i prezzi dell'energia non utilizzata reimmessa in rete, il risparmio in bolletta con una percentuale medio-alta di utilizzo dell'impianto) in 20 anni. Il fotovoltaico renderà anche di più rispetto a queste stime poiché durerà più di 20 anni, la garanzia infatti è quasi sempre di 25 anni per i pannelli (recensione sulle migliori marche di pannelli fotovoltaici? La trovi qui!)
È però importante sottolineare nuovamente che questi sono dati forfettari basati su un veloce calcolo dei dati stimati, inoltre è sempre utile indicare che la convenienza o meno del fotovoltaico si avrà solo se utilizzato correttamente e solo dopo un'attenta analisi di un professionista certificiato come quelli che trovi con Checkupenergetico.com.

 

 

Hai ancora dubbi? Scopri tutto ciò che devi sapere sul fotovoltaico e i migliori professionisti su Checkupenergetico.com


Può interessarti anche